3 quesiti sulla dieta senza glutine: stoviglie, forno, gestione della cucina

0

3 quesiti sulla dieta senza glutine: stoviglie, forno, gestione della cucina –

In questo articolo rispondiamo ad alcune delle domande che ci vengono rivolte, soprattutto da chi è alle “prime armi” con la dieta senza glutine (propria o di persone vicine).

3 quesiti sulla dieta senza glutine:
stoviglie, pentole e posate

Quando a un componente della famiglia viene diagnosticata la celiachia, si tende ad avere un “eccesso di precauzioni”, cominciando a comprare tutto “doppio” o a gettare elettrodomestici usati fino a quel momento per il cibo con glutine.

In linea generale, per quanto riguarda pentole, posate, mestoli (anche di legno), ecc, basta lavarli normalmente a mano o in lavastoviglie per eliminare tutti i residui di glutine, ponendo particolare attenzione alla pulizia di utensili con lame, fessure o insenature nei quali possono insinuarsi con una certa facilità resti “glutinosi” (come nel frullatore, nel tritatutto, ecc).

quesiti sulla dieta senza glutine: stoviglie

Quindi si possono usare gli stessi utensili sia per le preparazioni con glutine, che quelle senza glutine, ovviamente non nello stesso momento! : ) Se state cuocendo, in due pentole separate, la pasta con glutine e quella senza, userete un mestolo dedicato, in quel momento, alla sola pasta senza glutine.

Anche la spugnetta per lavare i piatti può essere la stessa, basta sciacquarla bene.

Ci si può dotare, ad esempio, di un doppio tostapane; se ne avete uno solo dovete pulirlo in profondità ogni volta che lo usate per preparate i toast con glutine: io per praticità a casa ne ho due 😉

3 quesiti sulla dieta senza glutine:
utilizzo del forno

L’uso del forno rientra sempre fra gli argomenti più richiesti da chi è costretto a seguire una dieta priva di glutine. Il forno può essere utilizzato liberamente, anche per cotture promiscue (ossia cotture in contemporanea di cibi con glutine e cibi senza), seguendo alcune accortezze:

  • Non mettere a contatto diretto pietanze senza glutine con quelle con glutine;
  • Cercare di posizionare nella parte alta del forno i cibi senza glutine (evitando così la caduta accidentale di glutine su ciò che dovrà essere destinato a celiaci);
  • Per una maggiore sicurezza, fare uso di carta forno o teglie;
  • Pulire periodicamente a fondo il forno di casa, in modo da azzerare i rischi di contaminazione.

quesiti sulla dieta senza glutine: forno

Questi sono tutti accorgimenti utili per i nostri forni di casa, invece, per quanto riguarda i forni professionali (come pizzerie, ristoranti o alberghi), la procedura è più rigorosa:

– E’ consigliato l’utilizzo di un forno dedicato esclusivamente alla cottura delle pizze senza glutine (in alcune regioni d’Italia c’è l’obbligo del doppio forno, in altre no)

– In alternativa è possibile utilizzare lo stesso forno utilizzato per la cottura della pizza con glutine, ma seguendo questi accorgimenti:

  • Disporre la pizza senza glutine in una teglia a bordi alti (non quindi su semplice carta da forno)
  • Sospendere la preparazione e la cottura delle pizze con glutine
  • Trasportare la pizza coperta fino all’imboccatura del forno
  • Non effettuare manovre con la pala che potrebbero causare la ricaduta di farina sulla teglia
  • Utilizzo di farina senza glutine per lo spolvero di tutte le pizze, anche di quelle “tradizionali”.
Per scaricare in PDF i nostri articoli e rimanere sempre aggiornato su novità, ricette e locali gluten-free, iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter:

Iscrivendoti accetti la nostra normativa sulla privacy.

Vivere Senza Glutine

3 quesiti sulla dieta senza glutine:
gestione della cucina

E per quanto riguarda l’organizzazione della cucina di casa?

quesiti sulla dieta senza glutine: gestione della cucina

Ecco qualche accorgimento:

  • conservare gli alimenti senza glutine in un ripiano apposito, separato dai prodotti con glutine: questo ci permetterà di evitare “cadute di briciole” o di mangiare per sbaglio prodotti con glutine.
  • barattoli di Nutella, marmellata o simili dovranno essere dedicati esclusivamente al consumo del celiaco, per evitare contaminazione, quindi è opportuno scrivere sopra il baratto “senza glutine” o il nome del celiaco/a di casa 🙂
  • in frigorifero e in congelatore tenere sempre chiusi i prodotti senza glutine (in contenitori di vetro o plastica, oppure in sacchetti chiusi) e se ci sono prodotti simili (come pizze congelate o altro) segnalare chiaramente quali sono senza glutine.
  • se si deve preparare alimenti con glutine e senza glutine per uno stesso pasto, cercare di preparare i piatti senza glutine per primi, o per ultimi, dopo aver pulito bene tutti i ripiani e utensili di lavoro. In casi particolari come la pasta, che deve essere cotta in contemporanea, basta fare attenzione: usare due pentole e due mestoli, cercando, per quanto possibile, di tenere le due pentole lontane. Attenzione a residui di farina e briciole sui vestiti!

Non vi preoccupate, con un po’ di attenzione e accortezze, celiaci e non possono condividere tranquillamente la stessa cucina!


Altri articoli che possono esservi utili:

4 dubbi sulla dieta senza glutine: medicinali, formaggi, lievito di birra e cocktails

5 alimenti controversi: patatine di McDonald’s, Lindt, Coca cola zero, Aperol e Pocket coffee

Guida alle birre senza glutine

 

Lascia un commento

Vivere Senza Glutine
Rimani aggiornato sul mondo del senza glutine, ricevi le nostre guide gratuite e i nostri approfondimenti.
Rispettiamo la tua privacy. Leggi la nostra normativa.