Facebook  Google+  YouTube  Instagram  Twitter

Progetto alimentazione fuori casa

0

Il Progetto alimentazione fuori casa di AIC sta vivendo, negli ultimi anni, un’intensa fase di sviluppo su tutto il territorio italiano. Questo grazie ad un costante aumento del numero di attività (ristoranti, pizzerie, ma non solo) sensibili ai problemi legati ad una dieta senza glutine coadiuvate, a loro volta, dalle rispettive sezioni AIC Regionali.

                                                                                             

Progetto alimentazione fuori casa AIC

                                                                    

Il Progetto alimentazione fuori casa di AIC (sito ufficiale) nato per venire incontro alle esigenze di tutti quei soggetti tenuti a rispettare una rigida e costante dieta senza glutine, è stato concepito quindi come un insieme di attività volte ad informare e formare sulla celiachia ristoranti, pizzerie, fast food, catering, gelaterie, hotel, b&b, agriturismi, trattorie, pub, spaghetterie, paninoteche e tutti quei locali interessati a garantire alla propria clientela pietanze e bibite privi di glutine.

Progetto alimentazione fuori casa AIC

La finalità del Progetto alimentazione fuori casa di AIC è pertanto quella di riuscire a migliorare la qualità della vita dei soggetti celiaci, o comunque intolleranti al glutine, anche fuori casa.

Costituire una rete di esercizi informati sulla celiachia (vedi qui che Cosa è la celiachia), che riescano ad offrire un servizio idoneo a quanto richiesto da una dieta priva di glutine, è stato (e continuerà ad essere) sicuramente un traguardo importante per far sì che spostarsi da casa e poter viaggiare “liberamente” risulti sempre più facile.

I locali che, nel corso degli anni, hanno deciso di aderire al Progetto alimentazione fuori casa di AIC vengono formati mediante appositi corsi relativi alla cucina senza glutine, istituiti a livello regionale.

Quali garanzie si hanno in merito a pietanze senza glutine acquistate fuori casa, considerati anche i rischi derivanti dalla contaminazione crociata?

contaminazione crociata glutine

Le attività che aderiscono al Progetto alimentazione fuori casa di AIC firmano un “protocollo d’intesa” e vengono correttamente formate e informate. Gli stessi esercizi sono quindi tenuti a rispettare i requisiti richiesti da AIC, per poter rientrare nella “rete” di locali aderenti al network AFC (Progetto Alimentazione fuori casa).

Inoltre, con una certa periodicità, personale qualificato AIC, svolge una serie di controlli in modo da assicurarsi che ogni protocollo sia sempre rispettato. Questo non solo in relazione agli ingredienti utilizzati, ma anche in merito ai processi lavorativi che stanno dietro ad ogni cucina.

Quindi: massima attenzione agli strumenti utilizzati, alle aree di lavoro ed alle attrezzature in genere, in modo così da azzerare i rischi di contaminazione di cibi o bevande destinati ai soggetti celiaci.

Non ultimo, il Progetto alimentazione fuori casa di AIC , prevede la formazione di personale professionale in grado di comprendere e mettere in pratica tutti gli accorgimenti necessari a garantire che le pietanze arrivino al cliente senza il minimo rischio di contaminazione.

Come si possono riconoscere gli esercizi che aderiscono al Progetto alimentazione fuori casa di AIC?

Tutti i locali che aderiscono al Progetto alimentazione fuori casa di AIC vengono dotati, annualmente, di una vetrofania che, esposta fuori dalla propria vetrina, li renderà facilmente identificabili.

vetrofania-alimentazione-fuori-casa-aic

Allo stesso modo, potremo prendere visione di un elenco costantemente aggiornato di tutte quelle attività aderenti al Progetto alimentazione fuori casa di AIC , mediante la consultazione della “Guida per l’alimentazione fuori casa”, un volume (stampato ogni anno in circa 100.000 copie) all’interno del quale sarà possibile trovare anche una serie di consigli ed informazioni utili che ruotano attorno al “gluten free”.

E’ possibile prendere visione di tutti gli esercizi che aderiscono al Progetto alimentazione fuori casa di AIC anche mediante smartphone, grazie all’apposita APP “AIC Mobile”:

  1. iOS
  2. Android
  3. Windows phone

Ho una attività e vorrei aderire al Progetto alimentazione fuori casa di AIC?

Dato che l’articolo potrà essere di estremo interesse, non solo per la clientela, ma anche per gli addetti del settore, abbiamo pensato di effettuare alcune ricerche e, con l’aiuto di AIC, siamo riusciti a fornirvi una linea guida iniziale da seguire per fare in modo che il vostro esercizio commerciale possa entrare a far parte del Progetto alimentazione fuori casa di AIC.

Prendere contatto con la Sede AIC della propria Regione (vedere il link “Sedi Regionali AIC” per dettagli) sarà sicuramente il primo fondamentale passo da effettuare, ma per saperne di più invitiamo tutti a leggere il nostro articolo “Come aderire al Progetto  “Alimentazione fuori casa” proposto da AIC?”.

 

Articoli correlati a “Progetto alimentazione fuori casa“:

Cosa è la Celiachia

Come aderire al Progetto  “Alimentazione fuori casa”

Celiachia diagnosi e trattamento

Dieta senza glutine

Lascia un commento


Iscriviti alla nostra Newsletter


                                                                         Cerchi locali e prodotti gluten-free?
Inserisci sotto il tuo indirizzo e-mail e tieniti sempre aggiornato su nuovi locali, prodotti, eventi, sconti e tante novità dal mondo del senza glutine.
Cliccando sul tasto Conferma dichiarerai di aver letto e di accettare la nostra normativa in materia di privacy.